RUBRICHE

Testimoni di una passione
whatsapp
Serie A - 12^Giornata
Sabato, 09. Nov. 2019 | 20:45
Napoli Genoa
Napoli VS Genoa
00
Marcatori
Serie A - 11^Giornata
Sabato, 02. Nov. 2019 | 15:00
Roma Napoli
Roma VS Napoli
21
Marcatori
Serie A - 10^Giornata
Mercoledì, 30. Ott. 2019 | 19:00
Napoli Atalanta
Napoli VS Atalanta
22
Marcatori
 Arbitraggio scandaloso
Serie A - 9^Giornata
Domenica, 27. Ott. 2019 | 15:00
Spal Napoli
Spal VS Napoli
11
Marcatori
Serie A - 8^Giornata
Sabato, 19. Ott. 2019 | 18:00
Napoli H. Verona
Napoli VS H. Verona
20
Marcatori
Serie A - 7^Giornata
Domenica, 06. Ott. 2019 | 18:00
Torino Napoli
Torino VS Napoli
00
Marcatori
Serie A - 6^Giornata
Domenica, 29. Set. 2019 | 12:30
Napoli Brescia
Napoli VS Brescia
21
Marcatori
Serie A - 5^Giornata
Mercoledì, 25. Set. 2019 | 21:00
Napoli Cagliari
Napoli VS Cagliari
01
Marcatori
Serie A - 4^Giornata
Domenica, 22. Set. 2019 | 15:00
Lecce Napoli
Lecce VS Napoli
14
Marcatori
Serie A - 3^Giornata
Sabato, 14. Set. 2019 | 18:00
Napoli Sampdoria
Napoli VS Sampdoria
20
Marcatori
Serie A - 2^Giornata
Sabato, 31. Ago. 2019 | 20:45
Juventus Napoli
Juventus VS Napoli
43
Marcatori
Serie A - 1^Giornata
Sabato, 24. Ago. 2019 | 20:45
Fiorentina Napoli
Fiorentina VS Napoli
34
Marcatori
HOME » Interviste » Gianni Di Marzio: “Giuntoli ha lavorato molto bene. Milik è stato pagato troppo”

Gianni Di Marzio: “Giuntoli ha lavorato molto bene. Milik è stato pagato troppo”

Interviste
Gianni Di Marzio: “Giuntoli ha lavorato molto bene. Milik è stato pagato troppo”
Interviste
Redazione CNR di Redazione CNR
facebook
Pubblicato il 02/09/2016 | 11:30

Gianni Di Marzio, ex allenatore e osservatore, ha rilasciato un’intervista pubblicata dall’edizione odierna del quotidiano Il Roma


Riportiamo da: napolisoccer.net

“Puntare sui giovani è sempre la strada migliore, ma più per il futuro che per il presente. Quindi, sarebbe stata preferibile una politica più equilibrata in questo senso, unendo prospetti e giocatori d’esperienza. Quando arrivai sulla panchina del Napoli, misi fuori alcuni senatori della squadra come Clerici, Burgnich, Orlandini e Carmignani per dare spazio ad altri più giovani e che arrivavano da categorie inferiori. 

Sarebbe stato più opportuno seguire l’esempio della Juventus che ha saputo prendere giovani di prospettiva come Pjaca e giocatori già affermati come Higuain, Pjanic, Benatia, Dani Alves. Con tutto il rispetto, il Napoli non è l’Udinese. Anche perché i friulani ciò che rivendono a 50 milioni, lo acquistano a uno mentre gli investimenti di De Laurentiis si basano comunque su cifre importanti, tra i 10 e i 20 milioni. Strategicamente, bisognava puntare a migliorarsi. Si doveva acquistare in base alle esigenze della squadra. 

A centrocampo serve più fisicità, cosa che specialmente in contesto europeo non manca. Poi, un terzino e una prima punta. Giuntoli ha comunque lavorato molto bene. Milik è stato pagato troppo: 35 milioni (bonus compresi) sono tanti. Fu pagato 2,8 milioni dall’Ajax, il Napoli poteva prenderlo a 15-20 milioni. In tutto questo, Gabbiadini resta un’incognita, perché con il polacco non può giocare: sono entrambi mancini e tendono ad accentrarsi, quindi continuerà ad essere una riserva. Se il Napoli giocasse a due punte annullerebbe le ali, che sono le più forti della Serie A; gli azzurri sono fatti per il 4- 3-3. 

Consigli al Napoli? Vi dico: tenete d’occhio Roland Sallai del Palermo. Classe 1997, arriva dalla Puskas Akademia, ha fantasia e inventiva. Dategli 4-5 mesi e, se giocherà, diventerà un fenomeno”. 

Fonte: napolisoccer.net


SOCIAL
LEGGI ANCHE