RUBRICHE

Testimoni di una passione
whatsapp
Serie A - 7^Giornata
Domenica, 06. Ott. 2019 | 18:00
Torino Napoli
Torino VS Napoli
00
Marcatori
Serie A - 6^Giornata
Domenica, 29. Set. 2019 | 12:30
Napoli Brescia
Napoli VS Brescia
21
Marcatori
Serie A - 5^Giornata
Mercoledì, 25. Set. 2019 | 21:00
Napoli Cagliari
Napoli VS Cagliari
01
Marcatori
Serie A - 4^Giornata
Domenica, 22. Set. 2019 | 15:00
Lecce Napoli
Lecce VS Napoli
14
Marcatori
Serie A - 3^Giornata
Sabato, 14. Set. 2019 | 18:00
Napoli Sampdoria
Napoli VS Sampdoria
20
Marcatori
Serie A - 2^Giornata
Sabato, 31. Ago. 2019 | 20:45
Juventus Napoli
Juventus VS Napoli
43
Marcatori
Serie A - 1^Giornata
Sabato, 24. Ago. 2019 | 20:45
Fiorentina Napoli
Fiorentina VS Napoli
34
Marcatori
HOME » Interviste » Toto Schillaci: “Gabbiadini mi ricorda Gigi Riva. Manolo a destra e Insigne a sinistra che sballo”

Toto Schillaci: “Gabbiadini mi ricorda Gigi Riva. Manolo a destra e Insigne a sinistra che sballo”

Interviste
Toto Schillaci: “Gabbiadini mi ricorda Gigi Riva. Manolo a destra e Insigne a sinistra che sballo”
Interviste
Redazione CNR di Redazione CNR
facebook
Pubblicato il 12/04/2016 | 08:30

Uno stralcio della sua intervista rilasciata a Il Mattino dell'ex giocatore protagonista dei mondiali '90


Riportiamo da: ilnapolionline.com

Gabbiadini, prima o seconda punta? «Le prime punte di una volta non esistono più: oggi per prima cosa devi pressare sui difensori avversari, non fare impostare la manovra e non dare riferimenti precisi. Manolo come tutti i sinistri ha nel Dna qualcosa in più dei destri. Non è un caso che Maradona e Messi, i più grande di tutti, siano sinistri.».


Il sinistro di Manolo ricorda quello di Riva? «Sì, questo paragone mi piace: Gabbiadini ha un sinistro formidabile, forte, secco, preciso. Contro il Verona ha giocato molto bene e meritava qualche gol in più». 

Come mai in Italia non ci sono più bomber alla Schillaci o alla Paolo Rossi? «Semplice, perchè adesso giocano sempre più gli stranieri e per gli italiani c’è poco spazio». 



Ma anche la qualità è inferiore. «Non direi questo, ma bensì che il calcio adesso è totalmente diverso rispetto ai miei tempi. Come discorso generale è aumentata la velocità, ma diminuito il livello tecnico. Per certi versi direi che adesso è più facile segnare perchè prima si marcava ad uomo e per noi attaccanti la vita era veramente dura. Ora devi stare più attento a seguire la linea del fuorigioco e se parti al momento giusto ti trovi subito davanti al portiere». 

Gabbiadini e Insigne sono fatti uno per l’altro: uno è destro e gioca a sinistra, l’altro si trova meglio sul lato opposto. «Le loro caratteristiche si sposano bene e si vede nel Napoli, possono farlo anche in Nazionale». 

Fonte: ilnapolionline.com


SOCIAL
LEGGI ANCHE