RUBRICHE

Testimoni di una passione
whatsapp
HOME » LA SITUAZIONE » NAPOLI, IL FUTURO SI AVVICINA

NAPOLI, IL FUTURO SI AVVICINA

LA SITUAZIONE
NAPOLI, IL FUTURO SI AVVICINA
LA SITUAZIONE
Redazione CNR di Redazione CNR
facebook

TAG

Pubblicato il 11/06/2018 | 16:30

CHI VIENE E CHI VA

Qualche mese prima che finisse il campionato, avevamo detto che il prossimo mercato del Napoli sarebbe stato il più importante degli ultimi anni, senza immaginare l'inaspettato cambio in panchina, logica conseguenza dell'inconcepibile comportamento di Sarri che ha costretto ADL a prendere questa improvvisa e, per il tifo partenopeo, dolorosa decisione.Abbiamo riconosciuto la bontà del lavoro di Sarri sempre, così come ha fatto il presidente che l'avrebbe riconfermato anche non condividendone appieno, scelte di formazione e poca rotazione della rosa, così come la scelta di rinunciare all'Europa per concentrarsi solo sul campionato.Le ragioni di questo divorzio,più che voluto da ADL, conseguenza appunti dei dubbi di Sarri, le sapremo forse quando il tecnico si deciderà a rompere il silenzio nel quale si è trincerato.Abbiamo sempre condiviso ed apprezzato l'operato di ADL, ed oggi ancor di più,perchè quello che crediamo stia allestendo, sarà un Napoli ancora più forte e ambizioso a differenza di quanto lasciava capire Sarri. La scelta di Ancelotti ne è la testimonianza, non sarebbe venuto a Napoli se non avesse avuto garanzie precise, senza per questo imporre nomi non in linea con la politica societaria, sempre orientata ad investire su profili giovani ma di sicuro avvenire. Il Napoli avrà enormi risorse finanziarie anche grazie alle probabili partenze di alcuni titolarissimi che lasceranno la città dopo anni indimenticabili, e parliamo di Jorginho che ha raggiunto una valutazione ben al di sopra del suo reale valore che ne impone la cessione, Hamsik, dal quale si spera di ricavare almeno 25/30 mil., il quale ha capito che il suo tempo a Napoli è finito, perché cosciente che non partirebbe titolare dopo 11 anni ma che si giocherebbe il posto con Zielinsky che rappresenta il presente ed il futuro del club.Infine Callejon che se è stato sempre utile tatticamente grazie al suo grande spirito di sacrificio che garantiva gli equilibri in un centrocampo un po' leggero, si vedrebbe minacciato nella sua imprescindibilità,dal neoacquisto Verdi che approda in città per un posto da titolare e che darebbe rispetto allo spagnolo maggiore profondità ed imprevedibilità sulla fascia destra.Insomma nonostante l'arrivo di Ancelotti, il Napoli ha deciso di rinnovarsi e condividiamo questa scelta, perché la squadra dello scorso anno, se ha giocato un calcio spettacolare, grazie alla grande organizzazione data dal tecnico, è certamente migliorabile soprattutto a centrocampo, dove è necessario, oltre a non perdere qualità,aggiungere maggiore fisicità, pecca che in campo europeo abbiamo pagato oltre misura.Lasceranno come detto Jorginho ed Hamsik e ci auguriamo che i loro sostituti siano pescati tra Badely(vero affare), Paredes,Rudy e Ruiz con i quali il Napoli avrebbe un reparto veramente forte.In attacco, preso Verdi e recuperato il talento di Younes, il Napoli qualora perdesse Callejon, potrebbe prendere Politano e qui il club avrebbe le contropartite per accontentare il Sassuolo(Inglese,Tonelli Ounas in prestito)Per l'esterno basso di destra Leinar sembra essere un buon profilo, casomai siamo dell'opinione che in Napoli potrebbe ulteriormente rinforzare il pacchetto dei centrali sostituendo Maksimovic(che ha un buon mercato) con uno tra Diop o Diallo.Operazioni, queste tutte fattibili e sarebbe una rosa che veramente potrebbe ambire a grandi risultati, solo che bisogna fare in fretta prima che altri club , risolti i propri problemi di bilancio si intromettano in queste trattative facendone lievitare i costi.

Tino Borsacchi 

Amato Prudente 

TAG



SOCIAL
LEGGI ANCHE