RUBRICHE

Testimoni di una passione
whatsapp
Serie A - 8^Giornata
Sabato, 19. Ott. 2019 | 18:00
Napoli H. Verona
Napoli VS H. Verona
20
Marcatori
Serie A - 7^Giornata
Domenica, 06. Ott. 2019 | 18:00
Torino Napoli
Torino VS Napoli
00
Marcatori
Serie A - 6^Giornata
Domenica, 29. Set. 2019 | 12:30
Napoli Brescia
Napoli VS Brescia
21
Marcatori
Serie A - 5^Giornata
Mercoledì, 25. Set. 2019 | 21:00
Napoli Cagliari
Napoli VS Cagliari
01
Marcatori
Serie A - 4^Giornata
Domenica, 22. Set. 2019 | 15:00
Lecce Napoli
Lecce VS Napoli
14
Marcatori
Serie A - 3^Giornata
Sabato, 14. Set. 2019 | 18:00
Napoli Sampdoria
Napoli VS Sampdoria
20
Marcatori
Serie A - 2^Giornata
Sabato, 31. Ago. 2019 | 20:45
Juventus Napoli
Juventus VS Napoli
43
Marcatori
Serie A - 1^Giornata
Sabato, 24. Ago. 2019 | 20:45
Fiorentina Napoli
Fiorentina VS Napoli
34
Marcatori
HOME » News » Viaggio a Frattamaggiore, nel fortino di Insigne: «Ha pianto per la sua squadra»

Viaggio a Frattamaggiore, nel fortino di Insigne: «Ha pianto per la sua squadra»

News
Viaggio a Frattamaggiore, nel fortino di Insigne: «Ha pianto per la sua squadra»
News
Redazione CNR di Redazione CNR
facebook
Pubblicato il 21/10/2016 | 08:30

In queste ore è certamente uno dei calciatori del Napoli messi più in discussione


Riportiamo da: Il Mattino

«Come mi sento? E non la vedi la faccia appesa? E' stata una nottataccia, qui siamo tutti amareggiati». Frattamaggiore, via Roma 180: il regno di Lorenzo il Magnifico è qui, nel negozio di parrucchiere Hombre, di proprietà di Giuseppe ed Enzo. E a parlare è proprio Enzo. Lorenzo Insigne, l’attaccante azzurro che mercoledì sera ha sbagliato il rigore contro il Besiktas e alla fine della gara a stento ha trattenuto le lacrime, non c’è ma viene evocato continuamente.

E' il protagonista delle chiacchiere e dei commenti. E non solo da Hombre ma pure nel vicino store di abbigliamento. E nel centro scommesse di fronte. E un po’ in tutta Frattamaggiore, il paese di origine di Insigne, il posto dove vivono ancora tutti i parenti. Ma il salotto sportivo per eccellenza è quello dei parrucchieri, gli amici che lui ha presentato anche ad altri giocatori del Napoli, come Hysaj e Ghoulam: «Spesso andiamo a Castel Volturno a fare il nostro lavoro a domicilio», spiegano. 

La gente va e viene, si ferma, legge il giornale, ognuno dice la sua. Ma per tutti Insigne è intoccabile, va solo aiutato in questo momento difficile. La crisi se c’è è di tutti e non certo solo sua. E guai a parlare di rinnovo del contratto: «Io so tagliare i capelli, se non vengo pagato mica smetto di farlo: se uno ha un talento, lo mette in pratica al di là dei soldi», dice ancora Enzo, che continua: «Secondo me i tifosi nemmeno si rendono conto di quanto sia forte Lorenzo Insigne. 

Può fare molto di più, ma ha bisogno di un ambiente diverso: meno critiche feroci e più comprensione». E però l’idea che il giovane attaccante frattese possa fare armi e bagagli e lasciare Napoli, per cercare fortuna altrove, non sfiora nemmeno gli amici. Giuseppe ragiona: «Forse cambiare aria gli farebbe bene, ma lui non lascerebbe mai il Napoli. A questa squadra è affezionato e se ieri ha pianto è proprio per la delusione: ma se quel rigore fosse entrato, noi oggi staremmo parlando di un eroe». 

I due, pochi minuti dopo il fischio finale, lo hanno anche contattato: «Gli ho mandato un sms. Mi ha risposto con un cuoricino», dice Enzo. Il risentimento, nella Frattamaggiore dove lui torna spesso e non solo a tagliare i capelli ma pure a far aggiustare l’automobile e a comprare vestiti, è rivolto tutto ai detrattori di Lorenzo. Che poi, stringi stringi, sono i leoni da tastiera, quelli che usano facebook per insultarlo: «E' tutta colpa dei social network. 

Se ce l’avessero davanti non si permetterebbero mai di prenderlo a parolacce». Mercoledì, però, nemmeno lo stadio ha risparmiato il 24 azzurro: quando è stato sostituito si sono sentiti fischi e improperi. Sulla questione il dibattito si accende, per Giuseppe «si tratta di accuse irragionevoli. Un amico che era in curva mi ha detto che ad un certo punto se la prendevano anche con noi per il taglio di capelli: ma cosa c’entrano i capelli?». 

Un altro, presente al San Paolo, giura: «I fischi arrivavano soprattutto dalla zona dove stavano i tifosi turchi». Un tesi deboluccia, in verità, subito smorzata dagli altri: «No, bisogna ammetterlo: a Lorenzo non perdonano niente, se i tifosi lo coccolassero di più lui potrebbe esprimersi meglio». Ci pensa Vincenzo Insigne a chiudere il discorso. Vincenzo, il cugino carnale, uno dei tanti Insigne che frequentano Hombre: «La verità è che mio cugino è un patrimonio del Napoli e del calcio italiano, ma non tutti se ne rendono conto». 

Quanto al rigore sbagliato, il leit motiv è sempre lo stesso: «Almeno ha avuto coraggio». Tony e Tobia, che gestiscono Caporale Store, boutique spesso frequentata dal calciatore, lanciano la sfida: «Perché non si sono presentati altri sul dischetto? Ci vuole coraggio ad assumersi certe responsabilità. E Lorenzo è coraggioso». Insomma, Frattamaggiore è un bunker. Un fortino di affetto dentro al quale Insigne può ritenersi al sicuro, nonostante mercoledì sera il suo umore non fosse certo dei migliori, come conferma il suo agente Antonio Ottaiano: «Certo, era dispiaciuto». 

Quanto al rinnovo del contratto che non arriva, Ottaiano non parla ma da Frattamaggiore commentano: «Ma ve lo immaginate Lorenzo che davanti al dischetto la butta fuori perché non ha avuto il contratto nuovo? Chi dice cose del genere è in malafede».

Fonte: Il Mattino


SOCIAL
LEGGI ANCHE
23/10/2019 | 14:00 12
redbull salisburgo.jpeg
Champions League
20/10/2019 | 21:00 26
verona.jpg
Serie A
21/10/2019 | 08:00 32
milik.jpg
News