RUBRICHE

Testimoni di una passione
whatsapp
Serie A - 9^Giornata
Sabato, 20. Ott. 2018 | 20:30
Udinese Napoli
Udinese VS Napoli
03
Marcatori
Serie A - 8^Giornata
Domenica, 07. Ott. 2018 | 18:00
Napoli Sassuolo
Napoli VS Sassuolo
20
Marcatori
Serie A - 7^Giornata
Sabato, 29. Set. 2018 | 18:00
Juventus Napoli
Juventus VS Napoli
31
Marcatori
Serie A - 6^Giornata
Mercoledì, 26. Set. 2018 | 21:00
Napoli Parma
Napoli VS Parma
30
Marcatori
Serie A - 5^Giornata
Domenica, 23. Set. 2018 | 12:30
Torino Napoli
Torino VS Napoli
13
Marcatori
Serie A - 4^Giornata
Sabato, 15. Set. 2018 | 18:00
Napoli Fiorentina
Napoli VS Fiorentina
10
Marcatori
Serie A - 3^Giornata
Domenica, 02. Set. 2018 | 20:30
Sampdoria Napoli
Sampdoria VS Napoli
30
Marcatori
Serie A - 2^Giornata
Sabato, 25. Ago. 2018 | 20:30
Napoli Milan
Napoli VS Milan
32
Marcatori
Serie A - 1^Giornata
Sabato, 18. Ago. 2018 | 20:30
Lazio Napoli
Lazio VS Napoli
12
Marcatori
HOME » UnfoldingRoma » NAPOLI FIORENTINA 0-0

NAPOLI FIORENTINA 0-0

UnfoldingRoma
<br />
<b>Notice</b>:  Undefined index: titolo_news in <b>/var/www/vhosts/Z08526-calcionap.linp002.arubabusiness.it/calcionapolireporter.it/inc/reporter_news.php</b> on line <b>41</b><br />
UnfoldingRoma
Pubblicato il 10/12/2017 | 18:14

IL NAPOLI NON RIPARTE. PAREGGIO AL SAN PAOLO CON LA FIORENTINA

L’opportunità era ghiotta, in un sol boccone si poteva riprendere la testa della classifica e tenere buoni i critici che in questa settimana hanno calcato e non poco la mano sulla squadra di Sarri.

Ma bisogna vedere anche il bicchiere mezzo pieno, il Napoli tiene a bada la Roma che pareggia in quel di Verona sponda Chievo e non perde terreno in vetta visto il pareggio tra Juventus e Inter. Insomma, non è tutto negativo anche se la vittoria oggi sarebbe stata buona soprattutto per il morale, i ragazzi di Sarri in campo hanno perso un po' di smalto ma anche un po' di spensieratezza che c’era nella prima parte di campionato. Sorrisi e giocate che mancano da parecchie settimane al Napoli e i risultati sono quasi sempre figli del momento fisico e psichico dei giocatori.   Fuori Insigne per infortunio all’inguine, Sarri sceglie, come in Champions mercoledì, Zielinski come sostituto del mancino napoletano, e conferma in blocco il suo solito Napoli. Fiorentina con il tridente Thereau, Chiesa e Simeone.

Il Napoli prova a spingere con il solito possesso palle e verticalizzazioni improvvise ma si intuisce da subito che la Fiorentina tiene bene il campo. Manca la velocità nelle giocate, Mertens ci prova dalla destra al 6° servendo Jorginho al centro dell’area ma la conclusione è alta. La Fiorentina prova con contropiedi veloci e in uno di questi  Thereau sforna un assist per Simeone che mette in rete ma in evidente fuori gioco. Segnali, che Sarri appunta sul taccuino, che la Fiorentina è sul pezzo.

Napoli con il rallentatore in campo, non si vedono spunti anzi nel finire del primo tempo è Reina a dover salvare il risultato su Simeone servito sempre da un ispiratissimo Thereau.

Nel secondo tempo la musica un pochino cambia, subito un assist di Allan per Zielinski che però spara alto. Al 55° l’occasione d’oro per il Napoli per sbloccare la partita. Mertens serve Zielinski sulla destra, controllo e tiro del polacco ma Sportiello c’è e devia sul palo la conclusione. Spinge ancora il Napoli, da corner palla di Allan per Hamsik che prova il destro di precisione ma la palla finisce sulla rete esterna della porta difesa di Sportiello. 66° ancora palla gol per il Napoli, Hamsik si inventa una palla alta per Callejon ma lo spagnolo non convinto colpisce male il pallone che sorvola la porta della Fiorentina. Callejon era tutto solo davanti a Sportiello. Al 71° Allan serve Mertens dentro l’area piccola, il belga forse credendosi in fuori gioco perde l’attimo buono e tira addosso a Sportiello. Era l’ultima palla gol per il Napoli della partita, non ce ne sono state per la Fiorentina. Forse è l’unica cosa buona della giornata. Il secondo tempo dimostra come la forma fisica forse stia tornando, manca la lucidità sotto porta, si paga la stanchezza di Mertens, si paga il poco turnover di Sarri. Tutti aspettano gennaio per il mercato tranne proprio Sarri, il tecnico aspetta Insigne, aspetta che Mertens torni Mertens. E poi Callejon. Lo spagnolo forse deve rifiatare, si vede che non è lui.

Sarri e il Napoli, sono a un bivio. Il momento della stagione è particolare, quest’anno si giocherà anche a Natale e Capodanno, d’ora in poi ogni passo falso sarà decisivo nella lotta scudetto visto che oltre alla Juventus e alla Roma c’è anche l’Inter che con Spalletti e senza le  coppe potrebbe dare fastidio non poco.  Il secondo tempo di oggi da coraggio a Napoli e al suo tecnico, ma anche dalla società forse dovrà arrivare qualche aiuto anche se il tecnico non lo chiede. C’è da risolvere la grana Giaccherini, c’è da prendere un sostituto di Mertens e  un esterno per tappare il buco lasciato aperto da Ghoulam anche se Mario Rui oggi non ha demeritato.

Se anche quest’anno si scende da quel treno a gennaio, sarà molto dura tenere intatto un gruppo che fino a qualche settimana fa giocava il più bel calcio d’Italia e regalava sorrisi e giocate magistrali ai propri tifosi.

 

Giuseppe Calvano

UnfoldingRoma 



DA QUESTO BLOG LEGGI ANCHE
21/10/2018 | 20:44
ANCELOTTI PASSA ANCHE A UDINE, ORA SOTTO COL PSG...
07/10/2018 | 21:47
#Ancelotti presenta un #Napoli con otto cambi e il risultato non cambia. #Sassuolo KO
30/09/2018 | 15:33
Juventus più forte del Napoli, per ora...