RUBRICHE

Testimoni di una passione
whatsapp
Serie A - 9^Giornata
Sabato, 20. Ott. 2018 | 20:30
Udinese Napoli
Udinese VS Napoli
03
Marcatori
Serie A - 8^Giornata
Domenica, 07. Ott. 2018 | 18:00
Napoli Sassuolo
Napoli VS Sassuolo
20
Marcatori
Serie A - 7^Giornata
Sabato, 29. Set. 2018 | 18:00
Juventus Napoli
Juventus VS Napoli
31
Marcatori
Serie A - 6^Giornata
Mercoledì, 26. Set. 2018 | 21:00
Napoli Parma
Napoli VS Parma
30
Marcatori
Serie A - 5^Giornata
Domenica, 23. Set. 2018 | 12:30
Torino Napoli
Torino VS Napoli
13
Marcatori
Serie A - 4^Giornata
Sabato, 15. Set. 2018 | 18:00
Napoli Fiorentina
Napoli VS Fiorentina
10
Marcatori
Serie A - 3^Giornata
Domenica, 02. Set. 2018 | 20:30
Sampdoria Napoli
Sampdoria VS Napoli
30
Marcatori
Serie A - 2^Giornata
Sabato, 25. Ago. 2018 | 20:30
Napoli Milan
Napoli VS Milan
32
Marcatori
Serie A - 1^Giornata
Sabato, 18. Ago. 2018 | 20:30
Lazio Napoli
Lazio VS Napoli
12
Marcatori
HOME » UnfoldingRoma » NAPOLI JUVENTUS 0 - 1

NAPOLI JUVENTUS 0 - 1

UnfoldingRoma
<br />
<b>Notice</b>:  Undefined index: titolo_news in <b>/var/www/vhosts/Z08526-calcionap.linp002.arubabusiness.it/calcionapolireporter.it/inc/reporter_news.php</b> on line <b>41</b><br />
UnfoldingRoma
UnfoldingRoma il blog di Calvano Giuseppe
facebook

TAG

Pubblicato il 02/12/2017 | 06:11

VENERDI' NERO AL SAN PAOLO. NAPOLI BATTUTO DALLA JUVENTUS CON UN GOL DI HIGUAIN

Napoli stoppato in casa dalla Juventus che si ripropone per la lotta allo scudetto. Passo falso di Sarri e di un Napoli che da qualche settimana ha perso brillantezza e forma fisica, le idee ci sono ma la mente è un pochino offuscata. Allegri lo sapeva e ha imbrigliato Sarri in una partita difensiva e basata sulle ripartenze di Costa e Matuidi. Allegri non è l’ultimo arrivato, puntava forse al pareggio ma trova una vittoria che di fatto rilancia la Juventus verso la testa della classifica.

Sarri ci ha provato, la solita formazione ancora una volta, le solite idee fatte di trama e verticalizzazioni ma tanti troppi giocatori fuori forma. Mertens un fantasma, Callejon non si vede da un mese. Gli infortuni e la Champions hanno influito ma il calo ci può stare e la classifica ancora non è messa in pericolo, può approfittare l’Inter ma il Napoli può ancora dire la sua, deve farlo. Bisogna ripartire, ritrovare lo smalto perso e soprattutto non pensarci più di tanto a questa sconfitta. Ci può stare, c’è stata. Si deve ricominciare. Sarri è chiamato anche a cercare altre soluzioni, non sempre si può essere al massimo della forma. La rosa c’è, non è tutto perduto, fa male la sconfitta, fa male il gol di Higuain, ma deve essere una parentesi di una notte, altrimenti sarà ancora una volta un anno buttato.

 

La partita

Parte subito a razzo la squadra di Sarri, pressione di Insigne che scarica su Hamsik ma viene murato dalla difesa Juventina. Al 3° è Allan che ruba palla a Pjanic e serve Hamsik ma la palla è troppo lunga. Le squadre si studiano,  si pressano alto quasi fino all’aerea avversaria, intensità altissima. Il gol della Juventus è una doccia fredda per il Napoli, da Sarri all’ultimo tifoso napoletano. L’uomo in dubbio fino all’ultimo, il grande ex temuto e odiato, il traditore, Higuain. Proprio lui su uno splendido assist di Dybala prende il tempo a Mario Rui non proprio ben piazzato e  di rapina davanti a Reina non perdona. È il 13°. Prova a rispondere subito il Napoli e al 17° Hamsik serve Insigne che prova il classico tiro a giro ma il pallone sorvola la traversa. Prova e  riesce spesso allla Juventus, la ripartenza veloce. Al 21° Douglas Costa prova a servire Higuain ma difesa del Napoli riesce a bloccare il contropiede. Ci vuole la mezz’ora per vedere una palla gol del Napoli e non arriva per una trama di gioco ma per un errore di Chiellini, che perde palla ma Buffon risponde presente su un gran tiro di Insigne. Al 32° ancora Insigne a spizzare di testa ma Buffon ancora una volta dice di no. Insigne si danna l’anima mentre Mertens non pervenuto. Al 40° ancora palla gol per la Juventus, Albiol perde palla a centrocampo, Dybala se ne va verso Reina e tenta il tiro di mancino a giro ma la palla è alta sopra la traversa. Si vede Mertens al 45° ma per un fallaccio su Pjanic che gli costa l’ammonizione. Primo tempo con il vantaggio Juventus per mani dell’argentino Higuain. Mertens e Callejon si sono visti poco, Insigne ci ha provato da tutte le parti ma la Juventus ha giocato un primo tempo davvero accorta e pronta a colpire in contropiede.

Secondo tempo senza cambi dei due allenatori, ma Sarri avrà urlato non poco negli spogliatoi per incitare un Napoli che da qualche settimana appare un po' affaticato e sotto tono. Fin dai primi minuti sembra un altro Napoli, pressing alto e stretto e la Juventus chiusa a riccio come una fortezza. Si vede finalmente Callejon al 55° ma il suo destro dal limite finisce fuori di poco. Al 68° è però la Juventus ad avere la palla per chiudere la partita, una palla spettacolo di Pjanic per Matuidi che schiaccia a terra stile mezza rovesciata ma Reina fa un intervento prodigioso e devia in calcio d’angolo. Sostituzioni per Allegri e Sarri, dentro Zielinski e Maggio per Allan e Mario Rui mentre per la Juventus dentro Marchisio per Khedira. Fuori anche uno stremato Insigne   per Ounas.  Dentro  Cuadrato per Costa. Allegri tenta la difesa a oltranza negli ultimi minuti. Il Napoli ci prova ma manca la convinzione che altre volte c’è stata. Manca la convinzione di essere una grande squadra che può ribaltare la partita anche contro un’altra grande squadra. Servirà per crescere e migliorare questa sconfitta, anche per Sarri. Uno a zero per Allegri che tenta il recupero in classifica.

Ora la Champions, un po' di distrazione non per dimenticare questa partita  ma per metabolizzarla, per imparare dagli errori fatti.

Niente depressione e fuori gli attributi, vale per Sarri vale per la squadra.

 

Giuseppe Calvano


TAG


DA QUESTO BLOG LEGGI ANCHE
21/10/2018 | 20:44
ANCELOTTI PASSA ANCHE A UDINE, ORA SOTTO COL PSG...
07/10/2018 | 21:47
#Ancelotti presenta un #Napoli con otto cambi e il risultato non cambia. #Sassuolo KO
30/09/2018 | 15:33
Juventus più forte del Napoli, per ora...