RUBRICHE

Testimoni di una passione
whatsapp
HOME » News » Una squadra troppo spregiudicata

Una squadra troppo spregiudicata

News
<br />
<b>Notice</b>:  Undefined index: titolo_news in <b>/var/www/vhosts/Z08526-calcionap.linp002.arubabusiness.it/calcionapolireporter.it/inc/reporter_news.php</b> on line <b>41</b><br />
News
News il blog di Lino Capasso

TAG

Pubblicato il 19/10/2017 | 14:21

UNA SCONFITTA ACCETTABILE MA ....

Una sconfitta “accettabile “ perché subita contro una delle squadre più forti e in forma in questo momento nel panorama mondiale, una sconfitta che, si spera, non intacchi il morale della squadra azzurra, facendola perdere quelle certezze fin qui acquisite, una sconfitta generata, si è detto, da un approccio troppo timido nella prima mezzora.

Ma di fronte c’era una squadra sicuramente più forte nei singoli, più tecnica e fisica rispetto all’undici schierato da Maurizio Sarri che ,   ahimè, nell’affrontare fuori casa, squadre del calibro di Real Madrid, Juventus, City , non modifica il proprio assetto tattico, sempre fedele alla Sua filosofia di calcio che fin qui ha strappato consensi. E allora bisogna decidersi , schierarsi, sposare             questa mentalità, ed accettare sconfitte come quelle col City, figlia di una tattica ed una squadra troppo spregiudicata e “leggera”. Nel calcio si può vincere attraverso il bel gioco e questa fa piacere a tutti, però quando è importante portare via anche un pareggio ed era il caso di questa sera, allora si rinuncia all’estetica e si bada di più a limitare i danni.

Avevo auspicato  nel precedente articolo, l’impiego di Rog e Zielinski . quest’ultimo ha giocato senza brillare, Rog è rimasto in panchina. A mio parere, in questa partita sarebbe servita la corsa e la vivacità di Allan e Rog, con Diawara a centrocampo ed in attacco l’impiego di   Ounas  più indicato di Insigne nell’azione veloce di contropiede.

Il perseverare  in queste scelte è il vero limite di Sarri , ripeto grandissimo allenatore ma  che pur                di mostrare la bellezza  della sua squadra a volte la espone a sofferenze in mezzo al campo dove gli azzurri facevano fatica a contrastare gli inglesi che affondavano come lame nel burro.

Buono l’esordio di Ounas , subentrato allo “spremuto” Insigne. Efficaci alcune incursioni e gran facilità nel superare l’avversario, una risorsa che il Napoli non può trascurare.

Sotto tono invece Hamsik, Zielinski, Insigne e Callajon costretti ad un duro lavoro di contenimento. Troppo solo Martens in attacco, servito sempre lontano dall’area di rigore, colpevole di aver fallito il rigore che avrebbe dato maggiore chances di recuperare con più tempo a disposizione .                                                                                                                                                                                                                                               

                                                                                                                     Borsacchi Tino

                                                                                                                     Prudente Amato              


TAG


Molaro
DA QUESTO BLOG LEGGI ANCHE
30/01/2018 | 14:42
SI E' GODUTO LA VITTORIA COL BOLOGNA
20/01/2018 | 15:28
NIENTE ATALANTA, ANCHE CON LA TESSERA DEL TIFOSO
12/01/2018 | 15:24
A CASTEL VOLTURNO PER RIPARTIRE ALLA GRANDE